Welcome to the Delta Research & Development official site
 

Assunto 2

Sistemi Delta-S    Modello 1   Modello 2   Considerazioni   Verifiche   Assunto 1

 

La globalita' delle risposte omeostatiche negli eventi patologici cronicizzanti e' funzionalmente efficace in relazione all' energia disponibile. E' possibile acquisire un vantaggio terapeutico fornendo energia dall' esterno con caratteristiche di biocompatibilita', introducendo in tal modo un Delta S negativo che contrasta/neutralizza il processo morboso.

A questo punto siamo arrivati alla trattazione teorica del principio attivo utilizzato (introduzione di un Delta S negativo) in seguito vedremo come concretizzare questo principio, che puo' essere definitivamente riassunto con:

Delta St=Delta Sm +/-Delta Sa+Delta Srs-Delta Sext

Dove: Delta St= var. entropia globale (sempre positiva, esprime l' invecchiamento )

Delta Sm=var. entropia dovuta al metabolismo (sempre positiva in accordo al secondo principio che impedisce rendimenti di conversione >=1 )

Delta Sa=var. entropia dovuta all' energia chimica proveniente dall' alimentazione
( positiva o negativa a seconda della biocompatibilita' di quanto introdotto )

Delta Srs= var. entropia globale dovuta all' attivazione della riserva funzionale
( sempre positiva, include anche le progressive disfunzioni organiche sinergiche )

Delta Sext= var. dell' entropia globale dovuta ad un sistema esterno che introduce energia biocompatibile (sempre negativo)

Le condizioni che definiscono l'efficacia dell' intervento terapeutico, nell' ipotesi preliminare che il mancato recupero dell' omeostasi nella fase acuta del processo morboso ha cause strettamente bioenergetiche, sono:

Delta Srs>Delta Sext AND Sext<0 prolungamento temporale dell' attivita' di recupero/mantenimento dell' omeostasi per attivazione della riserva funzionale

OR

Delta Srs=Delta Sext stabilizzazione dell' evento patologico

OR

Delta Srs<Delta Sext processo di guarigione.

Una nota conclusiva alla descrizione del nesso causale tra entropia e processi morbosi, riguarda la grande opportunita' di sostenere l' intero processo di guarigione, riconducendolo ad un numero limitato di variabili, e lasciare che le modalita' di variazione chimiche/fisiche/meccaniche/strutturali necessarie per ripristinare gli equilibri biologici, si compiano in maniera esatta ed equilibrata, sfruttando integralmente i sistemi di autoregolazione endogeni e l'immenso laboratorio chimico di cui siamo dotati, che puo' far fronte a qualsiasi richiesta di nuove sostanze in maniera assai piu' efficace della nostra ricerca.

 

 

Web Design by

Centro Studi Airone